Psicologia canina.it

 

a cura di Dott.ssa Gessica Degl'Innocenti

 
 

Home

Biografia

Ricerche

News

Contatti

Articoli

i Libri

Links

 
Ad ognuno il suo
Articolo del mese
Perché chiedere aiuto allo psicologo canino
Scegliere un cane
A domanda risposta
I consigli dell'esperta
L'angolo della cinofilia

Webmaster: Federico Vinattieri

 

“Ho un cane (femmina) con fobia sociale, secondo lei prendere un altro cagnolino potrebbe aiutarlo o peggiorerebbe la situazione? Se dovessi decidere di prendere un altro cane, potrebbero esserci cani più adatti di altri a vivere insieme al mio che ha già questi problemi?”
Risponde la Dott.ssa Degl’Innocenti

In linea di massima decidere di prendere un amico per il cane che presenta fobia sociale (ovviamente rivolta verso persone e non verso gli altri animali) risulta essere un esperienza positiva perché la diade che si forma tra cospecifici viene vissuta dal soggetto con fobia sociale come una risorsa, un “luogo” dove poter trovare protezione ed un nuovo amico di cui potersi fidare, senza considerare che la capacità d’ imitazione innata degli animali aiuta il soggetto più pauroso a rendersi conto meglio di ciò che succede dell’ambiente che lo circonda, imparando e scoprendo nuove strategie per far fronte all’ansia.
Ma ogni caso specifico va ben valutato.
Di solito è meglio prendere un cane del sesso opposto (cucciolo o cucciolone) a quello che già convive con noi perchè di solito la coppia che si forma (maschio/femmina) è più gestibile, anche se ovviamente va ben monitorata quando la femmina è in estro.
Circa il fatto di riuscire a capire a priori se un amico potrebbe essere giusto per la sua cagnolina, qualcosa del genere si può tentare: per i cuccioli esistono delle prove temperamentali che danno un idea dei tratti temperamentali che potrebbero essere presenti nel cane e che poi tendono a fissarsi con l'età, per i cani adulti basta un'osservazione attenta di alcuni indici e comportamenti per farsi un'idea di chi si ha davanti!
Ovviamente il margine d'errore è presente, nessun test è infallibile, nemmeno quegli psicologici umani lo sono figuriamoci quelli per i quattro zampe! Sicuramente a riguardo la razza ci aiuta: meglio prediligere quindi razze abituate dalla loro storia evolutiva a vivere in coppia o muta, di indole tranquilla e poco gelosi; in ogni caso affidatevi sempre ad allevatori.