Psicologia canina.it

 

a cura di Dott.ssa Gessica Degl'Innocenti

 
 

Home

Biografia

Ricerche

News

Contatti

Articoli

i Libri

Links

 
Ad ognuno il suo
Articolo del mese
Perché chiedere aiuto allo psicologo canino
Scegliere un cane
A domanda risposta
I consigli dell'esperta
L'angolo della cinofilia

Webmaster: F. Vinattieri

Gruppo P.A.C. - Psicologia Animale Comparata - Forlì
in collaborazione con
CESPES - Reggio Emilia

__________________________________________

Primo corso di formazione in
PSICOLOGIA DELLA RELAZIONE UOMO-ANIMALE


Coordinatore: Dott. Gianni Tadolini

70 ore d'aula - visite guidate - contatto con operatori

" PSICOLOGIA DELLA RELAZIONE UOMO-ANIMALE "

La Psicologia Animale può senz'altro essere considerata "madre" di gran parte della psicologia scientifica, in Europa e negli Stati Uniti. Infatti le numerose discipline che si collegano, direttamente o indirettamente, alle teorie del Comportamentismo trovano la loro origine in osservazioni effettuate su animali. Sono noti a tutti - solo per fare un esempio - gli studi di Ivan Pavlov (1849 - 1936), Edward Thorndike (1874 - 1949), Konrad Lorenz (1903 - 1989), Federic Skinner (1904 - 1990), ai quali tutti gli psicologi ben sanno di essere debitori.
Eppure quando il Legislatore volle regolamentale in Italia la professione di psicologo (1989) sembrò scordarsi di tale posizione debitoria: sembra che nel nostro paese lo psicologo debba dedicarsi unicamente al contesto umano. Invece, già antecedentemente alla costituzione dell'Ordine Professionale, erano un certo numero gli psicologi che avevano a che fare con gli animali, sia nei laboratori di ricerca, sia nella Pet Therapy, sia nell'educazione alla gestione dell'animale domestico d'affezione. La "psicologia della relazione uomo-animale" è andata dunque imponendosi di fatto come disciplina specifica avente un proprio oggetto di studio ed un proprio metodo di osservazione. Noi crediamo sia giunto il momento di dare a tale disciplina una completa ed autonoma configurazione, accanto alle discipline storiche del sapere psicologico. 
Il breve corso di formazione che proponiamo vuole essere un'opportunità d'approccio a tale contesto per coloro che desiderano inoltrarsi nel variegato mondo di cui la Psicologia Animale si occupa. Il corso può fungere da percorso introduttivo per coloro che desiderano avviarsi:

 . All'educazione del proprietario dell'animale d'affezione:

tra l'animale d'affezione ed il suo "padrone" si stabilisce una relazione delicata e complessa (soprattutto in ambito cinofilo). Nel contesto veterinario ci si focalizza in particolare sull'animale, ma non di rado i comportamenti disturbati del cane trovano origine in modalità improprie di gestione dell'animale, unicamente attribuibili ad ansie o ad abitudini errate del proprietario. Così abbiamo fatto nostra la frase del noto etologo e veterinario Patrick Pageat: "cani si nasce, padroni si diventa" ed è diventata il motivo guida del nostro corso.

 . Alla Pet Therapy:

la Pet Therapy, o zooterapia, è ora una disciplina ormai riconosciuta nel vasto mare delle terapie psicologiche. Una prima sistematizzazione della teoria fu quella dello psichiatra e psicoterapeuta infantile Boris Levinson, nel decennio tra il 1950 ed il 1960. Nel 1981, negli Stati Uniti, venne fondata la Delta Society, con lo scopo di studiare sistematicamente gli effetti terapeutici sull'uomo correlati alla relazione con l'animale. La Pet Therapy trova importanti applicazioni nel trattamento dei disturbi comportamentali dell'infanzia e della disabilità.

 . Alla ricerca di laboratorio:

lo psicologo è presente in molti laboratori di ricerca da alcuni decenni, soprattutto in quei contesti in cui si utilizza un approccio skinneriano (modello animale con la Gabbia di Skinner) per la sperimentazione nelle fasi pre-cliniche degli psicofarmaci, ma solo nell'aprile del 2000 il Ministero della Sanità ha emesso un Decreto a completamento della Legge 116/1992 (legge che regola la sperimentazione con animali), col quale si autorizza il laureato in Psicologia, con particolari caratteristiche curriculari, a compiere esperimenti con animali nel contesto di laboratorio. 

Sarà cura del gruppo docente - oltre a fornire gli elementi teorici di base della Psicologia Animale, con particolare attenzione agli aspetti della relazione uomo-animale - porre i corsisti a contatto con operatori e situazioni utili a favorirne l'inserimento nel mondo professionale. Il corsista incontrerà pertanto esperti in sperimentazione animale, in educazione cinofila e in Pet Therapy.

- Importante: per scelta il corso si mantiene su contenuti relativamente generici, non potendo approfondire, in un così limitato spazio di tempo, nessuno degli aspetti in cui la relazione uomo-animale è implicata: il corso vuole introdurre e porre le basi affinché l'interessato possa eventualmente accedere ad altri, professionalizzanti percorsi formativi, avendo introdotto nel proprio curriculum elementi teorici e sensazioni imprescindibili per chi si apre ad un corso di approfondimento. Abbiamo spesso constatato che notizie precise, circa la relazione uomo-animale, mancano ad esempio a chi si iscrive ai corsi di educazione cinofila, di Pet Therapy e ancor maggiormente a coloro che intraprendono in laboratorio la formazione di ricercatore biomedico.

PROGRAMMA

1° Seminario 6 - 7 febbraio 2010

Tema: STORIA E METODO DELLA PSICOLOGIA ANIMALE
Docente: Dott. Gianni Tadolini
.....................................................................................................................................

2° Seminario 20 - 21 febbraio 2010

Tema 1: IL COMPORTAMENTO ANIMALE
Docente: Dott.ssa Gessica Degl'Innocenti
Tema 2: LA RELAZIONE UOMO-ANIMALE
Docente: Dott.ssa Gessica Degl'Innocenti

.....................................................................................................................................

3° Seminario 6 - 7 marzo 2010

Tema: IL SISTEMA NERVOSO e NEUROENDOCRINO DEI MAMMIFERI E LE SUE IMPLICAZIONI COMPORTAMENTALI: COMPARAZIONI CON L'UOMO
Docente: Prof.ssa Carla Mucignat

.....................................................................................................................................

4° Seminario 20 - 21 marzo 2010

Tema 1: PSICOLOGIA ANIMALE E PSICOLOGIA DELL'UOMO: DUE DISCIPLINE A CONFRONTO

Docente: Dott.ssa Gessica Degl'Innocenti

Tema 2: FILOGENESI DELLA SPECIE: IL COMPORTAMENTO ANIMALE COME CHIAVE DI LETTURA DELLA PSICOPATOLOGIA UMANA

Docente: Dott. Gianni Tadolini

.....................................................................................................................................

5° Seminario 3 - 4 aprile 2010

Tema : LA PSICOLOGIA ANIMALE COME PROFESSIONE: PROBLEMI E PROSPETTIVE

A - LA RICERCA IN LABORATORIO
B - LA PET THERAPY
C - L'EDUCAZIONE CINOFILA
D - IL SUPPORTO AL PROPRIETARIO DELL'ANIMALE D'AFFEZIONE
E - L'ETICA NEL RAPPORTO CON L'ANIMALE
F - LA CURA DELL'ANIMALE D'AFFEZIONE

Interventi:

Gianni Tadolini psicologo - Gruppo P.A.C. - Forlì

Gessica Degl'Innocenti psicologa - Gruppo P.A.C. - Firenze

Carla Mucignat psicologa - Università di Padova - Padova

Elisabetta Satta psicologa - Gruppo P.A.C. - Bologna

Marta Piscitelli veterinaria - ENEA - Roma

Saverio Mariotti veterinario - Gruppo P.A.C. - Firenze

Michele Beltrami esperto piccoli animali - Gruppo P.A.C. - Rovigo 

Visite guidate le visite guidate verranno effettuate in strutture di ricerca e in centri di allevamento. Le date saranno stabilite a seconda delle possibilità di partecipazione dei corsisti.

Testimonials durante il percorso formativo saranno invitati, come "testimonials", operatori che a vario titolo lavorano nell'ambito dell'allevamento, della ricerca di laboratorio, dell'educazione e custodia degli animali. 
:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

DOCENZE & INTERVENTI

Gianni Tadolini psicologo clinico dal 1978 e sperimentalista dal 1993. Ha studiato per anni i "modelli animali sperimentali" collaborando con diversi Istituti di ricerca. E' fondatore e direttore del Gruppo P.A.C. - Psicologia Animale Comparata - E' membro AISAL - Associazione Italiana per le Scienze degli Animali da Laboratorio. Insegna "psicofarmacologia e metodi di ricerca" in Svizzera e in alcune Scuole di Specializzazione in Italia.

Gessica Degl'Innocenti laureata in Psicologia a Firenze con una tesi sulla relazione uomo-animale. Si occupa a tempo pieno di psicologia canina ed è allevatrice cinofila. I suoi animali si sono classificati in molti concorsi internazionali. E' socia del 
Gruppo P.A.C. per il quale svolge attività di docenza. Ha fondato e gestisce il sito www.psicologiacanina.it

Carla Mucignat dopo la Laurea in Psicologia ha conseguito a Parma il Dottorato di Ricerca in Neuroscienze. Ha al suo attivo decine di pubblicazioni su importanti riviste scientifiche. E' considerata fra i primi studiosi al mondo per la ricerca sui ferormoni nei mammiferi. Attualmente è Professore Associato alla Facoltà di Medicina dell'Università di Padova.

Elisabetta Satta psicologa clinica esperta in Pet Therapy. Ha portato questa disciplina in diversi contesti riabilitativi dimostrandone i risultati positivi soprattutto con i bambini.

Marta Piscitelli laureata in Medicina Veterinaria, ricercatrice all'ENEA di Roma. E' vicepresidente della AISAL - Associazione Italiana per le Scienze degli Animali da Laboratorio. Ha acquisito notorietà per l'impegno istituzionale profuso nel controllo del benessere animale e nella correttezza etica delle procedure sperimentali. E' membro del Comitato di Bioetica per la Sperimentazione Animale nella Ricerca Biomedica dell'ENEA.

Saverio Mariotti veterinario, lavora in una nota clinica fiorentina per animali d'affezione. E' allevatore cinofilo in collaborazione con Gessica Degl'Innocenti e svolge consulenza veterinaria per prestigiosi allevamenti in varie regioni d'Italia.

Michele Beltrami esperto della cura e dell'allevamento dei piccoli animali d'affezione. E' soprattutto interessato alla vita ed al comportamento dei pappagalli e collabora con numerosi cultori della materia. E' membro del Gruppo P.A.C.

Il corso è rivolto soprattutto ai laureati in Psicologia, ma è aperto anche a persone laureate in discipline scientifiche che documentino interesse ed attitudine per il rapporto con l'animale. Il numero dei posti disponibili è di 30. La quota di partecipazione, di € 600, deve essere versata in due rate: € 300 all'atto dell'iscrizione ed € 300 all'inizio del corso. L'attività didattica si svolgerà con frequenza quindicinale, a partire dal mese di febbraio del 2010 e le lezioni si terranno sempre a Reggio Emilia nei giorni di sabato e domenica. I corsisti vengono ammessi sulla base di un colloquio informativo atto a valutarne le effettive attitudini. Le domande di ammissione al corso, unitamente ai dati curriculari che il candidato ritiene opportuno comunicare, devono pervenire entro il 31 dicembre 2009 al CESPES di Reggio Emilia, via Wibicky n. 1 e la prima rata della quota d'iscrizione deve essere versata subito dopo il colloquio del candidato. I colloqui verranno effettuati nel mese di gennaio 2010.

CESPES www.cespes.re.it  - 0522.438600 - 340.5105643
Referente: dott.ssa Nicoletta Spada
@: cespes.re@tin.it 
@: nichi-83@libero.it  

Gruppo P.A.C. www.psicoanimale.splinder.com  - 393.8842278
coordinatore: dr. Gianni Tadolini
@: tadogio@tin.it 

Torna alle news