Psicologia canina.it

 

a cura di Dott.ssa Gessica Degl'Innocenti

 
 

Home

Biografia

Ricerche

News

Contatti

Articoli

i Libri

Links

 
Ad ognuno il suo
Articolo del mese
Perché chiedere aiuto allo psicologo canino
Scegliere un cane
A domanda risposta
I consigli dell'esperta
L'angolo della cinofilia

Webmaster: Federico Vinattieri

 

SCEGLIERE UN CANE: UN UTILE VADEMECUM

N°1. NON FARSI TENTARE

Ogni famiglia, come ogni proprietario, ha delle caratteristiche diverse; non è detto quindi che il tenerissimo cucciolone di labrador che hanno appena preso i vostri vicini di casa sia giusto per condividere i ritmi e la routine della vostra vita quotidiana.

N°2. LA RAZZA NON E’ ACQUA

Ogni cucciolo di razza raccoglie in sé un patrimonio, non solo genetico, ma anche temperamentale. Il suo carattere sarà quindi un mix tra i tratti temperamentali, ereditati della razza e le sue disposizioni caratteriali, frutto del suo vissuto. La conoscenza delle specificità delle varie razze, vi aiuterà nella scelta del cucciolo più adatto a voi.

N°3. LA TAGLIA INGANNA

Non pensate che taglia piccola sia sempre sinonimo di ubbidienza, tranquillità e resa incondizionata al padrone. Proprio come per il genere umano: l’altezza non è correlata al carattere. Potreste scoprire quindi come i piccoli terrier siano indomiti cuori e i grandi molossi sornioni compagni.

N°4. SE E’ LA VOSTRA PRIMA VOLTA

Se siete alla prima vostra esperienza cinofila sarebbe utile farsi consigliare da un esperto del settore, uno psicologo canino magari, e non lasciarsi tentare dal cuore, che vi spinge a prendere con voi il primo cucciolo che si avvicina scodinzolando. La scelta deve essere ponderata e ragionevole, se risultasse sbagliata potrebbe procurare molti guai, specialmente al cane.

N°5. APRITEVI ALLE NOVITA’

Non esistono solo Lassie e RinTinTin, il panorama canino è molto grande e sono molte le razze che, poco conosciute, potrebbero fare al caso vostro. Quindi se siete preda della massima “il pastore tedesco è il cane per eccellenza”, siate pronti a ricredervi e ad aprire la mente a mille possibilità.

N°6. NON E’ SEMPRE UNA QUESTIONE DI PREZZO

Spesso siamo portati a pensare che prendere un cane in un allevamento comporterà una grossa spesa, ma non è sempre così che vanno le cose. Sicuramente adottare un cane di razza sarà più costoso che comprarlo in un negozio o prenderlo dal canile, allo stesso tempo rappresenta anche una maggiore garanzia. Il buon nome dell’allevatore fa da garante per ciò che riguarda la salute fisica e mentale del cucciolo stesso e questo ovviamente ha un prezzo; ma se la vostra esigenza è quella di avere un buon amico peloso con cui condividere un tratto della vostra vita e non avete intenzione di passare le domeniche tra una mostra cinofila e l’altra, in allevamento potrete trovare ottimi esemplari, magari con uno di quei piccoli difetti che non li rendono cani da esposizione, ma che per voi sono assolutamente inesistenti. In sostanza: se non sarà per voi una tragedia avere un cagnolino che non porta la coda perfettamente alta o che ha una minuta macchiolina nera su di un manto bianco, il prezzo sarà solo una rassicurazione sulla buona salute del vostro amico.

N°7. NON SOLO DI PURA RAZZA

Se poi vi sentite pronti per prendere un cane dal rifugio comunale, farete sicuramente una buona azione. A maggior ragione però rivolgetevi ad uno psicologo canino che vi guidi nella scelta giusta. Questi cani hanno infatti bisogno di maggiori attenzioni; spesso abbandonati da precedenti padroni o nati nei rifugi stessi, la vita gli ha già messi a dura prova, per questo saranno ancora più grati se li saprete amare e capire.